AGEVOLAZIONI FISCALI


CONSULTA LE GUIDE

Da CSFER ottenere il bonus è gratuito.

I nostri consulenti commerciali vi indicheranno i vari benefici fiscali che si possono ottenere: da quelli legati all'acquisto delle finestre di nuova generazione per il risparmio energetico, a quelli per i lavori di recupero edilizio.

Dopo l’acquisto sbrigheremo noi gratuitamente  tutte le pratiche necessarie per ottenere il rimborso.

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA LEGGE 296/06 E SUCCESSIVE MODIFICHE

L'agevolazione consiste in una detrazione dall'Irpef o dall'Ires ed è concessa quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti.

In particolare, la detrazione, che è pari al 50% per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2018, è riconosciuta se le spese sono state sostenute per:

la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento

il miglioramento termico dell'edificio (coibentazioni - pavimenti - finestre, comprensive di infissi)

l'installazione di pannelli solari

la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

CHI PUO' USUFRUIRNE 

Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti residenti e non residenti, anche se titolari di reddito d’impresa, che possiedono, a qualsiasi titolo, l’immobile oggetto di intervento. In particolare, sono ammessi all’ agevolazione:  le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni  i contribuenti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali) le associazioni tra professionisti  gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale. 

Tra le persone fisiche possono fruire dell’agevolazione anche:  i titolari di un diritto reale sull’immobile - i condomini, per gli interventi sulle parti comuni condominiali - gli inquilini  coloro che hanno l’immobile in comodato. Sono ammessi a fruire della detrazione anche i familiari conviventi con il possessore o il detentore dell’immobile oggetto dell’intervento (coniuge, parenti entro il terzo grado e affini entro il secondo grado) che sostengono le spese per la realizzazione dei lavori. Tuttavia, se i lavori sono effettuati su immobili strumentali all’attività d’impresa, arte o professione, i familiari conviventi non possono usufruire della detrazione. 

PAGAMENTI

Indipendentemente dalla data di avvio degli interventi cui le spese si riferiscono, per l’applicazione dell’aliquota  50 %  risparmio energetico occorre far riferimento: alla data dell’effettivo pagamento (criterio di cassa) per le persone fisiche, gli esercenti arti e professioni e gli enti non commerciali. 

LA DETRAZIONE IRPEF PER LE SPESE DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA LEGGE 449/97 E SUCCESSIVE MODIFICHE 

È possibile detrarre dall’Irpef (l’imposta sul reddito delle persone fisiche) una parte degli oneri sostenuti per ristrutturare le abitazioni e le parti comuni degli edifici residenziali situati nel territorio dello Stato. In particolare, i contribuenti possono usufruire delle seguenti detrazioni: 50% delle spese sostenute (bonifici effettuati) dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2017 , con un limite massimo di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare 36%, con il limite massimo di 48.000 euro per unità immobiliare, delle somme che saranno spese dal 1° gennaio 2017. L’agevolazione può essere richiesta per le spese sostenute nell’anno, secondo il criterio di cassa, e va suddivisa fra tutti i soggetti che hanno sostenuto la spesa e che hanno diritto alla detrazione. Se gli interventi realizzati in ciascun anno consistono nella prosecuzione di lavori iniziati in anni precedenti, per determinare il limite massimo delle spese detraibili si deve tenere conto di quelle sostenute nei medesimi anni: si avrà diritto all’agevolazione solo se la spesa per la quale si è già fruito della relativa detrazione non ha superato il limite complessivo previsto. 


PER MAGGIORI INFORMAZIONI

CHIAMA

02.39521434  

09.00 - 13.00  -  15.00 - 19.00